giovedì 1 giugno 2017

ACS Cuorilandia

QUANDO GLI ALUNNI INSEGNANO LA SOLIDARIETA’.
Lo scorso venerdì 26 maggio, alla Bruno da Osimo, abbiamo ospitato la classe seconda della scuola primaria di Sarnano.
Gli alunni osimani, infatti, dal mese di dicembre, in collaborazione con la BCC di Filottrano, hanno istituito un’Associazione Cooperativa Scolastica, al fine di organizzare attività economiche.
Grazie alla lotteria di Natale, la realizzazione delle foto-ricordo delle classi e al mercatino di primavera, la cooperativa Cuorilandia ha ottenuto degli introiti da ripartire tra la propria classe, il plesso e un’opera di solidarietà.
Fin da settembre, i giovani scolari hanno manifestato la volontà di donare parte del ricavato ai loro coetanei più sfortunati, appena colpiti dal terremoto.
Così, grazie a Silvia Rossi, della Protezione Civile, abbiamo stabilito un gemellaggio con le insegnanti di Sarnano, che hanno il loro edificio scolastico inagibile e sono costrette ad andare a scuola dalle 14 fino alle 19 della sera, ospiti del Liceo Scientifico, che invece frequenta normalmente  di mattina.
I nostri bambini hanno attesa con ansia e trepidazione il momento dell’incontro con gli amici “a distanza” di Sarnano, entusiasti di sapere direttamente da loro cos’è successo durante i giorni del sisma.
Per questo, mentre le maestre ci mostravano le slides della loro città ferita e ci raccontavano quanti aspetti della loro vita quotidiana sono dovuti cambiare per far fronte all’emergenza, tutti i bambini della Bruno ascoltavano in assoluto silenzio.
Alla presenza della nostra Dirigente Scolastica Monticelli Cuggiò, dell’Assessore alla Scuola Pagliarecci e del direttore della Bcc di Filottrano Bianchi, è stata consegnata alla classe di Sarnano la cifra di 759euro, per acquistare materiali scolastici impossibili da recuperare dalla scuola non più sicura.
Con orgoglio e soddisfazione, a soli 8 anni, gli alunni che hanno svolto il progetto di Crescere nella Cooperazione, coadiuvati da tutti i loro compagni e dalle insegnanti del plesso, hanno dimostrato di saper lavorare e collaborare per guadagnare dei soldi da donare a chi si trova in difficoltà.
Le famiglie si sono lasciate coinvolgere in tutte le varie attività, certe che la solidarietà, il senso di condivisione e la sensibilità vanno curate e sostenute così come le altre competenze scolastiche.
La nostra Amministrazione Comunale e l’Asso hanno contribuito allo svolgimento di questa giornata di gemellaggio, offrendo il pranzo e la visita guidata della città, nell’intento di manifestare quanto Osimo sia vicina a chi ha subito il terremoto.
Noi, siamo riusciti a fare la nostra parte.
Ora aspettiamo che le maggiori Istituzioni attivino quegli interventi necessari a rimettere tutto a posto, così che gli alunni di Osimo possano andare a trovare i compagni di Sarnano.
Maestre Manuela Chitarroni e Giovanna Vicinanza tutor della cooperativa Cuorilandia.

Nessun commento: